Istituto Statale Don Milani - Acquaviva

Nel Menu Albo Pretorio in data 12/03/2014 sono state pubblicate  le Graduatorie definitive relative ai viaggi di istruzione a Caserta, Catania, Venezia, Vieste e alle visite guidate. E'stata pubblicata,inoltre, la Graduatoria provvisoria relativa all'Amministratore di Sistema

 

Avvio progetto Diritti a scuola tipo C

Il giorno 14 marzo alle ore 16.00 presso l'Auditorium della nostra scuola,  tutti i genitori, gli alunni, i docenti interessati sono invitati a partecipare all'incontro di presentazione del progetto Diritti a scuola Tipo C: servizi di sportello di ascolto psicologico e di orientamento.

La relativa circolare è pubblicata nel Menu Diritti a scuola SezioneTipo C PORDS13BA159.

 

Il giorno 14 marzo alle ore 16.00 presso l'Auditorium della nostra scuola,  tutti i genitori, gli alunni, i docenti interessati sono invitati a partecipare all'incontro di presentazione del progetto Diritti a scuola Tipo C: servizi di sportello di ascolto psicologico e di orientamento.

La relativa circolare è pubblicata nel Menu Diritti a scuola SezioneTipo C PORDS13BA159.

   

Detraibilità contributo per viaggi di istruzione e stages

Tutti i contributi versati alle scuole -anche dell’obbligo- figurano come “Erogazioni liberali” e cioè come contributi volontari. Anche se si parla del puro e semplice contributo volontario genitori, la legge 40/2007 prevede che quanto versato sia detraibile a patto che sia destinato all’innovazione tecnologica e all’ampliamento dell’offerta formativa (compreso le spese sostenute per i viaggi di istruzione e gli stages). La detrazione spetta a condizione che il pagamento venga effettuato mediante versamento postale o bancario o mediante carte di debito, carte di credito, carte prepagate, assegni bancari e circolari. Ovviamente stiamo parlando di figli a carico (ossia quelli che non hanno redditi proprio, se ne hanno, nel corso dell'anno precedente non hanno superato il limite di euro 2.840,51 al lordo degli oneri deducibili).

 

Tutti i contributi versati alle scuole -anche dell’obbligo- figurano come “Erogazioni liberali” e cioè come contributi volontari. Anche se si parla del puro e semplice contributo volontario genitori, la legge 40/2007 prevede che quanto versato sia detraibile a patto che sia destinato all’innovazione tecnologica e all’ampliamento dell’offerta formativa (compreso le spese sostenute per i viaggi di istruzione e gli stages). La detrazione spetta a condizione che il pagamento venga effettuato mediante versamento postale o bancario o mediante carte di debito, carte di credito, carte prepagate, assegni bancari e circolari. Ovviamente stiamo parlando di figli a carico (ossia quelli che non hanno redditi proprio, se ne hanno, nel corso dell'anno precedente non hanno superato il limite di euro 2.840,51 al lordo degli oneri deducibili).

   

Pagina 14 di 30